neuropsicologia forense 

L’esame neuropsicologico forense consente di documentare in modo attendibile sia la sintomatologia cognitiva, si l’analisi dettagliata della situazione attuale e la stima affidabile del funzionamento cognitivo prima dell’evento. 

In ambito forense, la valutazione della funzionalità cognitiva si effettua per:

  • Fornire informazioni circa la capacità di agire di una persona (ieri, oggi, domani)
  • fornire informazioni sulla credibilità di una persona
  • Evidenziare l’eventuale danno causato da un evento traumatico (cerebrale, emozionale, intossicazione cerebrale)
  • indagare se una persona sia in grado di provvedere da sola a se stessa o se debba essere assistita o sostituita
  • Indagare se una persona soddisfi i requisiti per la concessione di idoneità o di benefici di natura assistenziale

L’esame neuropsicologico in ambito forense, basato su specifici test standardizzati permette di documentare con maggiore credibilità la sintomatologia psichica e cognitiva nonché le funzioni residue, fornendo delle evidenze scientifiche che siano maggiormente solide rispetto a quelle ottenibili solo ed esclusivamente tramite il metodo clinico.

La Dott.ssa Giulia Ghiotto, ha accumulato molta esperienza ed è in grado di formulare descrizioni precise e accurate del profilo psicodiagnostico o neuropsicologico del soggetto testato.