Pillole di Psicologia 

Dialogo interiore

L’importanza del dialogo interiore

Hai presente quando nei cartoni animati vedi l’angioletto e il diavoletto che litigano sul da farsi? Ecco, questa è una rappresentazione simpatica ma piuttosto veritiera, di quello che succede nella nostra testa quando stiamo parlando a noi stessi. È il dialogo interiore o anche chiamato self-talk. Ti sarà sembrato strano sentire quella vocina nella testa che ti parla durante la giornata. 

No, non sei l’unico e non sei strano. È del tutto normale. Quella vocina non sei nient’altro che tu che parli a te stesso. 

Il dialogo interiore ha lo scopo di dirigere e ad utilizzare i pensieri in modo tale da prendere le migliori decisioni. Infatti è un ottimo modo per avere consapevolezza sui nostri ragionamenti. Avere un dialogo interiore è un’attività naturale e comune. Quante volte ti è capitato di commentare, analizzare o dire la tua opinione solo nella tua mente? Oppure, a chi non è capitato di dirsi: “Ok dai, ancora 5 minuti e comincio qual lavoro!”.

Non ci si deve sentire strani o “pazzi” nel parlare a se stessi. È una cosa che facciamo fin da piccoli, spontaneamente. Infatti capita spessissimo di sentire un bambino che parla ad alta voce con se stesso. Sono i primi segni dello sviluppo del dialogo interiore. Nel tempo poi i bambini modificheranno il loro dialogo in una forma completamente silenziosa che resterà solamente nella loro testa.

Fin da piccoli impari a consolarti, impari a spronarti da solo, impari che di fronte ad una scelta ci possono essere vantaggi e svantaggi da valutare attentamente. 

Tutto questo lo puoi fare grazie al dialogo interiore. Purtroppo, non sempre è tuo amico. Sebbene nella maggior parte dei casi è un valido sostegno, in molti momenti può diventare il tuo peggiore incubo. Frasi come “Non ce la farò mai” o “Fallirò anche stavolta”, fanno parte di un dialogo interiore non positivo. Possono essere diversi i pensieri negativi che rivolgi a te stesso nel tuo dialogo interiore.

Un dialogo interiore negativo può portarti al dubbio e quindi può portarti a dubitare di te stesso, delle tue azioni e dei tuoi pensieri stessi. Perchè questo accade ne parlo nella pagina Le interiorizziamo negative. Questi dialoghi negativi possono influenzare le tua azioni e impedirti di usare al meglio il tuo potenziale, oltre a farti perdere un sacco di occasioni.

Fortunatamente è possibile allenare e modificare i tuoi dialoghi interiore in molti modi. Prova a leggere qualche consiglio in più su Esercitare l’autoempatia o Le lhttps://www.giuliaghiotto.it/la-legge-dellattrazione-parte-1/egge dell’attrazione.  I migliori risultati li avrai quando li influenzerai in modo mirato e sistematico. Ricorda che, ciò che hai detto a te stesso fino a ieri è frutto del tuo passato ma ciò che dai oggi lo deciderai tu. Sei tu che decidi come si svolge il tuo dialogo, sei tu che decidi cosa dire a te stesso.  

Perché il tuo dialogo interiore, tu, lo puoi cambiare. 

Non è fisso, non resterà così per sempre. Tu puoi fare molto per modificare e migliorarlo, fino a farlo diventare il tuo migliore amico. 

Commenti recenti
    Categorie